• Hai qualche domanda?
  • Ricerca

    Ricerca sul sito

    Inserisci le parole da ricercare nella casella soprastante e premi Ricerca.

    0039.02.89415779

    Per qualsiasi problema, chiama dal Lunedì al Venerdì dalle 9.00 alle 18.00

Come pulire i vasi di terracotta in modo facile e conveniente

come pulire vasi di terracotta

Nonostante la loro antichità, i vasi di terracotta hanno ancora oggi un fascino e funzionalità che nessun altro vaso è ancora riuscito a sostituire.  Tra le  virtù vi sono la porosità e la grande capacità isolante. L’argilla cotta infatti, consente lo scambio di acqua e aria attraverso i pori, evitando le condizioni di ristagno e surriscaldamento delle radici. Un altro vantaggio dei vasi è che, se inumiditi, impediscono al substrato di asciugarsi rapidamente, soprattutto durante il primo giorno di trapianto delle piante, che è fondamentale. La porosità di questo materiale è però anche la causa dei depositi di calcio e di altri minerali accumulati nelle pareti del vaso che, se non puliti, andranno a depositarsi e a danneggiare la salute delle nostre piante.

Se possedete un vaso di terracotta e non avete idea di come mantenerli puliti e in perfetto stato, vi consigliamo di seguire i nostri suggerimenti utili per garantire una lunga vita ai vostri vasi in terracotta. Vediamo insieme come pulire i vasi di terracotta.

Como effettuare il lavaggio dei vasi in terracotta

Il modo migliore per pulire questi recipienti è farlo all’esterno, durante la primavera prima della semina, o in autunno, dopo aver scartato le piante morte o malate.

Il nostro processo di pulizia dei vasi inizia con l’eliminazione dello sporco che si attacca sia all’interno che all’esterno dei contenitori. Per questo è possibile utilizzare una spazzola dura e acqua. Se i depositi di sale sono testardi e non vogliono staccarsi, puoi raschiare delicatamente con un vecchio coltello e risciacquare di nuovo.

Una volta puliti, prepara una soluzione con acqua e aceto in una proporzione di 1 tazza di aceto per 3-4 tazze di acqua. Immergi il piatto e lascia che l’aceto faccia il suo lavoro e maceri per almeno 10 minuti. Questa azione ucciderà qualsiasi organismo che causa malattie e che potrebbe essere persistente.

Se ti sembra che il vaso sia già pulito, rimuovilo dalla soluzione di aceto e se ci ancora sono residui visibili, spazzolalo di nuovo con acqua e sapone. Per le macchie molto resistenti puoi immergere il vaso nell’aceto puro e risciacquarlo successivamente con abbondante acqua. Una volta lavati, fagli asciugare all’aria aperta.

Ricordiamo che la terracotta è molto porosa e assorbe l’acqua, quindi ricorda di lasciarli qualche giorno a seccare.

Se vuoi riutilizzare anche i sottovasi di terracotta, puoi utilizzare lo stesso metodo di lavaggio usato per i vasi: elimina tutta la terra residua come sopra indicato e per la patina bianca utilizza la miscela di acqua e aceto.  Se lo sporco è molto resistente e fai molta fatica a farlo venire via, aiutati con una spugna ruvida. Infine lascia asciugare i sottovasi  di terracotta all’aria aperta, possibilmente al sole, così saranno pronti in breve tempo.

Se non hai a tua disposizione l’aceto e ha dei vasi che a fine stagione si sono macchiati di verde e hanno assunto una colorazione opaca puoi utilizzare anche una miscela di acqua e limone. Riempi un secchio d’acqua fredda, aggiungi il succo di un limone e lava accuratamente la parte macchiata con questa soluzione. Ricorda di sfregare energicamente le superfici aiutandoti con una spazzola a setole dure.

Per lavare il vaso di terracotta, aiutati con una spazzola dura o una spugna ruvida.

Perché è così importante pulire i vasi di terracotta?

Perchè la pulizia è importante per far crescere le nostre piante sane.

Una volta terminato di lavare vasi, non dimenticare di lasciarli ad asciugare per qualche giorno

Il terreno accumula sali che con il passare del tempo si accumulano e si depositano all’interno dei vasi,  che possono danneggiare le piante. Inoltre, se la pianta ospitata precedentemente dal vaso è stata colpita da una malattia, questa potrebbe alle nuove piante che andremo a piantare.

Quindi, esattamente come accade per ogni altro oggetto, anche i vasi di terracotta hanno bisogno di manutenzione, che sostanzialmente consiste in una accurata pulizia, da effettuare quando duranti i  cambi di stagione si fa ordine si ripongono via i vasi che per il momento non servono.

La pulizia dei un vaso di terracotta richiede solo pochi minuti ma il vantaggio è ineguagliabile.

Sapere come pulire i vasi per riutilizzarli successivamente in giardino, preserverà la salute delle tue future e ti farà risparmiare denaro. È buona abitudine pulire ogni vaso non appena è stato svuotato per ridurre la possibilità che alcuni parassiti vengano spostati in un gruppo di contenitori vicini.

Dopo aver pulito i vasi con il metodo sopra descritto, possiamo anche avvolgerli in teli di pvc e conservarli in un luogo asciutto e riparato, già pronti per la prossima stagione della fioritura.

Come avete visto, si tratta di un compito che non prende più di mezz’ora e che ci permette di recuperare contenitori diversi, indipendentemente dal materiale di cui sono fatti, per riutilizzarli senza rischiare  che mantengono i parassiti o malattie che danneggerebbero le nostre piantagioni future.